domenica 29 giugno 2008

Odori

Normalmente in gravidanza gli odori danno fastidio.
Non si sopporta il fumo, il caffé, il fritto e l'odore di alcuni cibi.
A me invece si sono annullate alcune note di profumo.
Se mi portate in profumeria, difficilmente capterò tutti gli elementi delle fragranze: ELaBallerina mi ha fatto sentine un campioncino dicendomi "sa di zucchero filato" io sentivo solo la rosa.
Il bello è che adesso posso prendere l'autobus tranquillamente. La puzza dei barboni non la sento più e quindi in metà autobus ci siamo solo io e loro. Gli altri stanno nell'altra parte, a vomitare.

Molto forte, increbilmente vicino di Jonathan Safran Foer

Sulla copertina viene pubblicizzato come il libro scritto dopo quel bel libro "Ogni cosa è illuminata". Di solito vuol dire che è una cazzata che viaggia con la pubblicità del precedente. E invece no.
Saranno poi gli ormoni che mi hanno fatto piangere, il bambino che fa ragionamenti più contorti dei miei, l'utilizzo di foto, sottolineature, numeri e caratteri strani, come parte integrante del libro, la velocità con cui si fa leggere, ma a me è piaciuto molto.
E per fortuna.
Non riesco più a leggere come una volta e mi mancava che l'unico romanzo che riuscivo a leggere questa estate fosse una cazzata.

venerdì 27 giugno 2008

La tavoletta del bagno pubblico

Come già detto il 19 marzo: perché le donne non sono capaci ad alzare la tavoletta nei bagni pubblici?
Tutte gocciolano ovunque sulla tavoletta, fregandosene se dopo di loro una signora di 70 anni la può fare solo da seduta. Sulla vostra pipì.
Secondo voi, perché gli uomini la alzano? Mica vi sedete nei bagni pubblici, no? Che cambia?

Calcolo di giorni, settimane, mesi

La data prevista del parto si calcola così:
Primo giorno delle ultime mestruazioni + 280 giorni = data prevista del parto

Data che comunque mi cambia ad ogni ecografia, in quanto non si sa bene quando L'Erede è stato concepito.

Il calcolo successivo riguarda le settimane, in quanto alcuni esami vanno fatti in determinati periodi. Quindi:

Primo giorno delle ultime mestruazioni = giorno 0
Il giorno dopo = 0 settimane + 1 giorno
Il giorno dopo = 0 settimane + 2 giorni
Il giorno dopo = 0 settimane + 3 giorni
Il giorno dopo = 0 settimane + 4 giorni
Il giorno dopo = 0 settimane + 5 giorni
Il giorno dopo = 0 settimane + 6 giorni
Il giorno dopo = 1 settimana
Il giorno dopo = 1 settimana + 1 giorno
e così via


Ok. Fino a qua è facile.

Ma i mesi di gravidanza, come si calcolano?
1) Uno ogni quattro settimane? Ma così al nono mese (40 settimane) sarei al decimo...
2) Ogni 31 giorni? (280:9=31) Dovrei fare un casino di calcoli ogni volta.
3) Guardo le tabelle dell'ASL, della ginecologa, dei vari libri? (tutte diverse, ovviamente)
4) Calcolo i mesi che mancano al parto e faccio la differenza? Mi sa che è la più facile.
Ma poi, non ho capito: io sto a 18 settimane e un giorno. Ogni libro misura i mesi in modo diverso. Secondo alcuni sto nel quarto mese, altri al quinto.
Facciamo due conti: mancano 5 mesi al parto, quindi ho finito il quarto mese. Quindi sto all'inizio del quinto?

Ma perché mi chiedono tutti a che mese sto?????? Chiedetemi la settimana. Sulla settimana sono preparata...

martedì 24 giugno 2008

Il postamat

E' quella tesserina che vi danno in Posta quando aprite un conto corrente. Avete presente? Sì? Io no. E' da tre anni e mezzo che ho aperto il conto e penso di aver dovuto cambiare dai 7 ai 10 Postamat. Si smagnetizzano. Ogni impiegato a cui mi sono rivolta, mi suggerisce tecniche nuove: non tenerlo nel portafoglio con la chiusura a calamita, tienilo lontano da apparecchi elettrici, non farlo passare attraverso il metal detector della banca o dell'aeroporto, cambia borsa, cambia portafoglio... Insomma mi si smagnetizza comunque.
Ho un campo magnetico opposto a quello dei Postamat?

lunedì 23 giugno 2008

RebeccaDagliOcchiVerdi

L'altro giorno mi sono vista a pranzo con RebeccaDagliOcchiVerdi e ci siamo ubriacate di spremute d'arancia.
E' bello parlare con qualcuno che è intelligente ma, una volta tanto, non si atteggia e non recita un ruolo.
Ovviamente abbiamo fatto discorsi da mamme, parlando male dei consigli che vengono dati alle donne incinte ("Bevi birra che hai più latte"...).
E' bello parlare con chi è intelligente, ha interessi e non si preoccupa di doverli cercare per forza.
Mi tranquillizza sempre parlare con lei.
Non penso che si sia mai resa conto, ma è stata fondamentale per le decisioni importanti che ho preso negli ultimi anni.
Ogni tanto mi immagino come sarebbe lavorare con qualcuno come RebeccaDagliOcchiVerdi: tutto il giorno con una che capisce al volo, che lavora con il mio ritmo, alla quale non devo fare i disegnini quando spiego qualcosa e che fa sembrare semplice anche quello che mi crea ansia (sospiro).
Rebé, da noantri de Roma: tanti auguri e.......


Rientro...

... un po' così.
Il giorno che ci avevano promesso in più, quando hanno anticipato il viaggio, non ce l'hanno più dato (e ci hanno fatto perdere la maratona del Dr. Why!).
Anche se stavo in sdraio tutto il giorno, lavoravo per far diventare L'Erede un po' più grande.
Ho capito che gli ormoni rilassano moooolto più di una vacanza.
Non muovermi come faccio tutti i giorni, mi ha fatto venire tanti dolorini alle articolazioni.
Per fortuna rientro e vado a lavorare!

Doreta Beach Resort 4 stelle - Rodi

L'albergo ricorda molto quelli di Rimini.
Stanze con televisori piccoli, frigobar vuoti, condizionati fabbricati ad Arcore negli anni 70.
Bagni con il telo di plastica in vasca, tazze microscopiche (come faranno le tedescone che ci sono qua?) e solo due saponette come kit pulizia per una settimana di permanenza.
Almeno la carta igenica e gli asciugamani ce li cambiano.
Il ristorante è a buffet e il cibo non è granché: riciclano l'arrosto avanzato per l'insalata di riso del giorno dopo, la pasta è inguardabile, il gelato alla fragola sa di Big Babol, la Coca è annaquata, i succhi hanno il dolcificane, l'acqua è di rubinetto. Sembra che anche i vini non siano classificabili.
Recupera punti con la piscina con il bar, le sdraio sul prato con vista mare e il giardino.
Riperde punti con il campo di minigolf (sei pezzi di cemento con la stessa forma e un buco non sono un campo da minigolf), i gelati confezionati a pagamento, il fumo nei locali chiusi.
Ma soprattutto non capico una cosa: ma se le stanze fighe stanno al terzo piano, perché noi stiamo al primo?

Mi sto sbrinando?

Mi sono messa a piangere in spiaggia.
Tutta colpa di una maialina che ha cercato di annegare nel mare mosso e l'abbandono di lui nel libro che sto leggendo.
Successo tutto in cinque minuti.
Quale sarà il passo successivo?
Vedrò i vestitini da neonato e farò "ooohhhhhhh!"?

mercoledì 18 giugno 2008

Cambiamenti fisici

Sembra che della gravidanza si conoscano pochi particolari, o almeno le persone mi chiedono solo due cose: "hai le nausee?" o "è cresciuto il pancione?".
Ma pensate che gli unici cambiamenti fisici siano il vomito o vedere crescere la pancia?
Parliamo del seno. Ok, all'inizio mi poteva anche piacere che crescesse (a chi no?). Ma ora basta. Sto iniziando a scartare anche i reggiseni in microfibra. Le magliette iniziano a diventare corte, davanti. Ho provato i bikini che avevo a casa: sembravo un'attrice di film porno con il reggiseno che poi usare anche come filo interdentale.
E i peli? Secondo me, ora crescono più velocemente. Me l'ha confermato anche la mia estetista. O me l'ha detto solo per farmi sottoscrivere da lei l'abbonamento per tot sedute?
Dai, in compenso i capelli cresceranno di più. Il che vuol dire che il colore ora me lo dovrò fare ogni tre settimane invece che una volta al mese.
Chi se ne frega della pancia: VOGLIO DIVENTARE TITOLARE DI UN CENTRO ESTETICO E PARRUCCHIERE E FARMI TUTTI I TRATTAMENTI GRATIS!!

martedì 17 giugno 2008

Aiuto!

Sulla spiaggia trasmettono la Pausini (la notizia brutta è che non mi vien voglia di tagliarmi le vene).

lunedì 16 giugno 2008

Messaggio per Nikkohell

Se non sei ancora partito, aspetta. Abbiamo scoperto che il tuo trucco per imbucarti al all-inclusive non funziona. Ci hanno legato una fascia di plastica al polso per riconoscerci dagli abusivi.
Quindi torna indietro: non basta arrivare via mare e mettersi un asciugamano sulla spalla!

Doreta Beach

Sponsorizzato come hotel a 4 stelle, le stanze lasciano moooooolto a desiderare. L'acqua della piscina alle 10 è freddissima. Ma a Lucrezio piace che sia così: i miei capezzoli ipersensibili riescono a raggiungere le dimensioni di una fragola di bosco e il bikini non nasconde nulla.

domenica 15 giugno 2008

Partenza per la Grecia

E' confermato: le donne incinte non passano il controllo del metal detector.
Purtroppo in albergo la connessione a internet costa un casino e quindi non posso imparare a fabbricare una bomba in tempo per il ritorno (ma si può scrivere o mi schedano?).

Sono rientrata

Scrivo domani.

mercoledì 4 giugno 2008

La musica adatta durante il secondo trimestre

Brahms – Ninna Nanna
Dvorak – Sinfonie
Chopin – Opere
Aranjuez – Il Concerto
Schubert – Ave Maria
Le canzoni di Enya

Enya!!! Vi rendete conto che passo la giornata in ufficio ad ascoltare Enya!!!!
E gli unici film che posso guardare sono le commediole sdolcinate...

Voglio bene a L'Erede, ma non vedo l'ora di mettermi sul divano con un bicchiere di mezzo litro di Weizen a guardare un film con una colonna sonora decente e l'home theater a palla.

Vogliamo iniziare con XXX? Può iniziare un film in un modo migliore?

Test prenatali

domenica 1 giugno 2008

Fisse alimentari 2

Non mangio il prezzemolo cotto. Non mangio la frutta durante il pranzo o la cena. Non bevo mai più di un bicchiere d'acqua durante i pasti.
Ma soprattutto non sopporto essere obbligata a mangiare qualcosa. Ma ora ho la scusa, mi invento che L'Erede non può mangiare determinati cibi.
Scusa che poi diventerà: sto allattando non ne posso mangiare.
E poi ancora: da quando ho avuto L'Erede non ne posso più mangiare, mi ha cambiato il metabolismo.

Come si diffonde la notizia...

E' arrivata in Toscana, poi in Friuli Venezia Giulia, poi in Finlandia.
Poi la voce è girata anche in banca.
E non si vede nulla... (se non metto le magliette aderenti).
Un notizione!

Anteprima Sex & The city

Iniziamo con le critiche al pubblico:
La ragazzotte sedute accanto a noi si erano travestite da protagoniste
del telefilm, con vestitini colorati e tacchi alti. Vabbé che vuoi
sentirti protagonista, ma se non sei capace, lascia stare. Così eviterai di rotolare giù per le scale e far ridere l'intera sala.
Il film: a me non è piaciuto. Troppo diverso dal telefilm.
Sesso: nessuna battuta nel film. Ho avuto tanta nostalgia delle vecchie
battute, come questa:
Samantha "il mio ragazzo ha uno sperma dal gusto cattivo"
Carrie "cameriere, annulli il mio ordine di budino al riso".
Solo tante storie di abbandono, ma a differenza del telefilm, con poche speranze per un nuovo amore (ormai, a 40 anni...).
Tanti vestiti e tante griffe.
Un po' monotona la storia di Charlotte, ormai casalinga e madre di famiglia, dichiara "sono felice tutti i giorni", e se nel film non ci fosse stata, non si sarebbe vista la differenza.