martedì 31 marzo 2009

No mediatori

Ho scoperto che scrivere "no mediatori" sull'annuncio della vendita della casa è un modo per avere condizioni migliori da parte delle agenzie.
Se invece dai subito incarico, paghi molto di più.
Ma se non voglio avere contatti con loro, che ci devo scrivere?

lunedì 30 marzo 2009

E' uscito l'annuncio...

... per la vendita della casa. Ovviamente avendoci scritto "no mediatori" hanno chiamato sei agenzie immobiliari...

venerdì 27 marzo 2009

Vendiamo casa

La prima cosa da fare è capire quanto vale.
Abbiamo chiamato tre agenzie immobiliari per le stime gratuite.
Tre agenzie, tre valori diversi. E' quasi prevedibile.
Ma non sono così ovvi i calcoli che fanno: tra il valore più basso e quello più alto c'è una differenza di 120.000 euro! E il terzo valore, ovviamente, sta nel mezzo.
Come era prevedibile, più diminuisce il prezzo, più aumenta la provvigione e l'evasione sull'IVA.

giovedì 26 marzo 2009

Earth Hour

Sabato 28 marzo, dalle 20,30 alle 21,30 sarà l’Ora della Terra – Earth Hour.
In tutto il mondo grandi città con i loro monumenti, piccoli comuni, aziende e singoli cittadini nelle loro case spegneranno le luci. Un gesto semplice, per accendere un messaggio che risuonerà in ogni angolo del Pianeta: chiedere ai grandi della Terra di agire contro i cambiamenti climatici.

http://www.wwf.it/oradellaterra/index.aspx

Raccolta differenziata

Sorpresa, una sorpresa positiva.
Sono passata davanti a un supermercato, Tuo.
I dipendenti stavano consegnato agli operatori dell'Ama degli scatoloni di cartone che venivano buttati nel camion della raccolta differenziata.
Alla faccia di chi dice che i negozi non la fanno la raccolta differenziata.

martedì 24 marzo 2009

Profezia di Marco Buticchi

Letto un suo libro, letti tutti. Sono tutti uguali.
Tanto che m'era venuto il dubbio di averlo già letto per quanto era prevedibile.
Poi due cose nel finale si sono rivelate diverse da quanto avevo pensato e ho capito che no, non l'avevo letto.
Sono solo fatti in fotocopia.

venerdì 20 marzo 2009

Le scadenze delle SIM

Ero convinta che, con il decreto Bersani, le SIM non scadessero più.
Invece il decreto ha semplicemente abolito la scadenza del credito telefonico.
Prima del decreto, non ricaricando la SIM, entro 12 mesi dall’ultima ricarica, questa veniva disattivata e il credito residuo andava irrimediabilmente perso. Adesso il decreto stabilisce che il credito rimane valido, ma non dice niente in merito al destino di detto credito e gli operatori si regolano ognuno a modo loro (raccomandate, telefonate, tempo perso).
Quindi bisogna comunque ricaricare le SIM, anche se si usano solo per il traffico entrante.

giovedì 19 marzo 2009

E bravo il Rettore!

«La Sapienza non era il luogo di partenza di nessun corteo. I cortei devono essere autorizzati dal prefetto, e quello non lo era». Così il rettore della Sapienza Luigi Frati interpellato sui disordini tra studenti e forze dell’ordine ieri mattina.
«Ci sono delle regole che vanno rispettate - ha aggiunto il rettore - È come se qualcuno volesse passare per forza con il rosso anche se non si può fare». METRO

mercoledì 18 marzo 2009

Il governo vende le case popolari

Dopo il crollo delle compravendite, alcuni temono che l'immissione di un milione di nuovi alloggi sul mercato, crei nuove spinte al ribasso.
Secondo me no, o almeno, non subito.
Quelli che stanno in affitto nelle case popolari, pagano poco. Non avrebbe senso comprare un'altra casa, se non quella a poco prezzo.
Il problema ci sarà tra 5/10 anni, quando questi potranno rivedere. Avendo potuto comprare a poco, potranno rivendere a poco. Le altre case non si venderanno e il prezzo dovrà calare.
Chi deve vendere, è meglio che venda ora. Chi deve comprare, se può, aspetti 5 anni.

martedì 17 marzo 2009

Fototessera

Vi ricordate le squallide fototessera fatte per strada?
Dove nel 95% dei casi eri itterico o un alieno?
A me poi la prima non piaceva mai e quindi mi tocca rifarne un'altra.
Al lavoro ne vedevo di ogni tipo sui documenti dei clienti, tanto che le più strane partecipavano al nostro concorso annuale.
Mi ricordo di quello che, per paura di venire con gli occhi chiusi, si era fatto la foto spalancando gli occhi e alla fine sembrava Bart Simpson.

Mio papà invece m'ha fatto scoprire questa novità: puoi farti la foto in casa.
La foto deve avere delle determinate caratteristiche (http://www.fotografi.org/fototessera/default.htm). Poi la porti con una chiavetta USB dal fotografo, che ti stampa il tutto in formato fototessera.

Costa molto meno, si risparmia tempo e vi ritrovate con una bella foto.

lunedì 16 marzo 2009

Stranezze del posto

Sembra che solo le mamme possano prendersi cura dei bambini.
Se il papà è disoccupato e sta a casa tutto il giorno e la mamma lavora, è la mamma che deve andare a prendere il bambino a scuola.
Se entrambi i genitori lavorano, è la mamma che deve fare i compiti con i figli e può chiedere consigli solo a un'altra mamma.

sabato 14 marzo 2009

Visita dal pediatra dei tre mesi

Io: Senta, io la allatto a richiesta, ma il pomeriggio vuole mangiare ogni ora...
Pediatra: Hai latte?
Io: Si.
Pediatra: Eh!

Luna ha questi ritmi, o le do da mangiare ogni ora o passo all'allattamento artificiale.

Insomma, le do da mangiare ogni ora.

martedì 10 marzo 2009

Tre mesi, una settimana, due giorni

Ieri finalmente sono uscita di casa. Ho messo Cristofora nel marsupio e viaaaaa.
Ce n'è voluto di tempo per capire come funziona la bimba, per eliminare gli ormoni di troppo, per finire il giro di visite formali alla neonata, per non sentirmi completamente annullata.
Si, annullata: a parte rari casi (tra l'altro di chi non si doveva sentire in obbligo) e Lucrezio, non ho avuto il minimo aiuto in questi mesi.
Non sono un'esperta di neonati, non amo fare le pulizie, non ho il tempo per prepararmi il pranzo né per lavarmi, ma sembra che tutto questo non interessi.
E' più importante esibire la bambina al mondo e fregarsene della mamma che arranca.
Ma ora chissene. Il centinaio di scalini per ritornare a casa non mi bloccano più: prendo il marsupio e vado per conto mio con Cristofora.
Ah, ieri ho incontrato Califfo-20. All'epoca non s'era accorto che fossi incinta e l'ho spiazzato.

lunedì 9 marzo 2009

Come fingersi grandi lavoratori

Se non avessi fatto l'astensione obbligatoria 1+4 a quest'ora sarei in ufficio.

Tecniche per avere l'aria indaffarata:
1. Accatasta roba sulla scrivania. Non riarchiviare i fascicoli che hai finito di lavorare. Appiccica post-it dappertutto; lascia le pratiche bene in vista e soprattutto non riordinare: il disordine è normale sulla scrivania di chi lavora! Scrivi "URGENTE" a caratteri cubitali sulle pratiche vuote!
2. Sei al telefono con un amico. Prendi appunti: fa più professionale. Assumi una espressione attenta e decisamente concentrata.
3. Inventati interlocutori. Stacca il ricevitore con aria seccata e particolarmente distante: "Si? Vedrò cosa posso fare, no, non subito...".
4. Cerca di avere sempre l'aria occupata. Passa molto velocemente nei corridoi e quando incontri qualcuno digli senza fermarti: "Sono presissimo, questa settimana è strapiena!".
5. Arriva cinque minuti prima degli altri. Spettinati i capelli, come per dire: "Ragazzi ho sgobbato tutta la notte, lasciatemi in pace".
6. Offriti volontario. Mobilitati per progetti senza fondamento, da cui non ci si aspetta niente e, soprattutto, che giustifichino la tua assenza.

Magari...

venerdì 6 marzo 2009

Ti senti solo?

Non ti piace lavorare per conto tuo?
Odi prendere delle decisioni?
E allora indici una RIUNIONE!
Potrai:
vedere gente,
disegnare diagrammi,
sentirti importante,
impressionare i colleghi,
dare dei consigli inutili.
Tutto durante l'orario di LAVORO!

Non allatto in pubblico

Un po' perché Cristofora si distrae facilmente in ambienti nuovi e con la gente che la guarda e così una poppata può durare anche un'ora, un po' perché non vorrei creare malinconia a chi non ha potuto avere figli o non ha potuto allattare al seno, sembrerebbe quasi un "io ce l'ho", un po' perché ci sono i maniaci che vanno matti per queste scene, un po' perché non mi va di esporre delle parti intime del mio corpo a degli estranei, un po' per igiene.
E poi, alla festa di benvenuto di Cristofora, mi sono persa il secondo primo, il secondo e il dolce.

Da tempo sogno di andarmene al ristorante a mangiarmi una bistecca ma mi immagino la scena: arriva una bistecca, alta, al sangue, calda, morbida... e in quel momento Cristofora decide che è il suo turno di mangiare. Intanto che allatto la bistecca si raffredda, si indurisce e quando tocca a me mangiare è diventato tutto uno schifo.

Mi sa che i ristoranti li rivedrò alla fine dell'allattamento..

mercoledì 4 marzo 2009

Foto della festa di benvenuto di Cristofora

Sul blog di Cristofora c'è il link delle foto che ha fatto Maxu.

martedì 3 marzo 2009

Le bomboniere di Cristofora

Belle, no?
Su Ebay cercate "torte bomboniere", l'utente è kaguraza (se vi servono, non per guardare quanto ho speso).




Avevo detto di guardare solo se vi servivano!

domenica 1 marzo 2009

Festa di benvenuto 2

E' andato tutto ok!
Il pranzo l'abbiamo scelto a buffet, così si socializza di più e sei obbligato ad alzarti dalla sedia ad ogni portata.
Due note stonate:
- quello che "io queste cose non le mangio" e s'è fatto portare una tagliata;
- un invitato che aveva una macchia evidentissima sul maglione.