domenica 28 giugno 2009

Multicentrum materna

L'altro giorno Nikkohell mi chiedeva dove trovavo il tempo per scrivere i miei post e gli ho svelato il segreto: ne preparo un po' prima, così ne ho uno pronto ogni giorno.
Di solito la mattina, dopo essermi letta il giornale, scrivo, ne sistemo uno e lo pubblico.
Nell'ultimo mese però mi sveglio tardi, appena arriva a casa Lucrezio faccio un miniriposino, sono stanchissima.
E quindi c'è stato un calo impressionante di post, ma ho scoperto perché: ho finito la confezione di Multicentrum materna.
Da due giorni ho ripreso e spero che faccia effetto al più presto.
Cristofora continua a fare la "parassita" e a ciucciarmi punti-vita.
Ma sono contenta ad esser io a farla crescere così bene.
La pillolina magica giornaliera a questo punto m'è necessaria...

sabato 20 giugno 2009

Aridaje con Facebook

M'è stato fatto notare che criticavo tanto Facebook senza usarlo.
E allora mi sono reiscritta.
I miei dati e la mia foto sono magicamente resuscitate da qualche database, anche se mi ero cancellata definitivamente. E già mi girano.
Per iniziare ho segnato come amici Lucrezio, LaZia e poi mi sono messa a cercare i compagni di classe delle superiori, visto che va tanto di moda.
Nei giorni successivi (penso in tutto quattro ore) ho accettato suggerimenti per amicizie e settata la privacy.
Durante la lavorazione dei suggerimenti, mi comparivano una marea di errori interni e di doppioni.
Ho trovato i compagni di classe, ho visto come sono cambiati, scambiate due chiacchiere con pochissimi (LaExCompagniaDiClasseSposataConLExCompagnoDiClasse).
Ho ricevuto una marea di cazzate:
- che me ne frega a quale fiore, pianta, film, colore assomiglio?
- che me ne frega se ce l'hai con Berlusconi e sei a favore di Grillo o viceversa? (già che ci sei, non mandarmi più neanche le mail politiche);
- se ci sono i gruppi Trieste, nato a Trieste, made in Trieste, a che servono i gruppi quanti triestini ci sono su Facebook, mi son de qua, noi che da bambini sognavamo di passare interi pomeriggi da Orvisi, Noi triestini che vorremmo spiegare al resto d'Italia "il capo in b", NNDEMO....DEI e Triestini Riuniti?
- perché devo mandarti un bacio, torta, sorriso, canzone, fiore?
Le uniche due note positive che posso segnalare sono: ho chiacchierato un po' con vecchie conoscenze e mi sono fatta una risata quando ho visto il gruppo "anch'io da piccolo cercavo di capire che cazzo diceva pingu!!!".
Ancora a sfavore: se io mi spaccio per una persona che conosco e che non è iscritta e mando richieste di amicizia a suoi conoscenti, questi accettano e mi faccio i fatti loro.

PS: il maniaco della sorella di Lucrezio è un amico di un suo amico e "se la gode" a guardare le sue foto su Facebook...

venerdì 19 giugno 2009

Visita uroginecologica

In questi giorni ho fatto la visita uroginecologica di controllo.

Ora devo dare un po' di dettagli altrimenti non si capisce e so che un mio lettore ci tiene tanto a sapere i dettagli del mondo femminile...

Con la gravidanza gli organi dell'addome si spostano per far spazio al bebè. Con il parto improvvisamente non vengono più sostenuti dall'utero, ci mettono un po' a tornare nella giusta locazione e c'è rischio di prolasso: proprio per questo sarebbe meglio non stare troppo in piedi il primo mese dopo il parto (i primi giorni avevo invece chi insisteva a dirmi che dovevo fare due passeggiate al giorno...).
Poi per far uscire il bebè, gli unici muscoli interessati sono quelli del pavimento pelvico (insieme di muscoli che contengono gli organi e regola gli sfinteri). Se i muscoli sono tonici, non si avranno problemi di incontinenza, neanche più in là con gli anni.

Vabbè cmq sono andata a farmi controllare e il mio pavimento pelvico è tutto ok. M'hanno prescritto degli esercizi di mantenimento.

Ma il bello del pavimento pelvico allenato è che puoi fare sesso stando immobile, fuori, ma "massaggiando" il tuo lui, dentro...

giovedì 18 giugno 2009

E' sempre il papà che sbaglia, non la mamma!

Dicevamo, l'altro weekend sono stata a Trieste per il battesimo di mio nipote.
Speravo di riposarmi un po', di smaltire un po' di mail, di leggermi i Metro che non m'ero riuscita a leggere, ma niente.
Sono riuscita a vedere K, Viska e RebeccaDagliOcchiVerdi. Ma i tempi erano stretti e non siamo riusciti a parlare un granché. Visti per strada anche tre ex compagni di scuola, che non cito finché non mi forniscono un nick.
Ma veniamo al titolo.
E' proprio così, c'è poco da fare.
La mamma elabora una quantità industriale di informazioni provenienti dal bambino e dall'ambiente circostante e crea le situazioni ottimali per il figlio. Quando sta con il papà, spera che lui elabori la stessa quantità di informazioni e la aiuti a creare le situazioni ottimali. Non è così. Essendo uomo, elabora una informazione alla volta (è incapace di essere multitasking come la donna). La donna si ritrova quindi a dover tenere d'occhio anche le azioni del papà per garantire "la sopravvivenza" del neonato.

Esempi visti alla festa di battesimo:

Il papà si avvicina con il bambino alla torta. Papà attratto dalla torta. Bambino batte la testa contro una sedia.

La mamma dice al papà di prendere una fetta di torta per il bambino per consolarlo. La mamma sta con il bambino in braccio. Il papà allunga il piatto di plastica con la torta alla mamma. La mamma sta asciugando le lacrime e dice di aspettare un attimo. Il piatto non regge il peso della torta.

E' sempre il papà che sbaglia, non la mamma!

mercoledì 17 giugno 2009

Non ho scritto per due settimane?

Non me ne sono resa conto!
Vabbé iniziamo da oggi: sveglia all'alba con Cristofora (8.08) per andare a portare delle carte al nido (siamo rientrati nei posti comunali); sosta dai Carabinieri per fare la denuncia contro Marco/Luca/Luigi che continua a chiamare a casa e chiedere della sorella di Lucrezio; tappa al biologico e al forno; pappa; bagnetto; poppata; sonnellino; pranzo. E si sono fatte le 14! Finisco di mangiare la frutta e poi vedo di fare la casalinga...

martedì 16 giugno 2009

"Non ho latte"

Cristofora ha sei mesi e mezzo e ha iniziato con la frutta per merenda e una minestrina a pranzo. Ma il resto del giorno ciuccia ancora il latte da me.
Anche se sull'allattamento gira la solita leggenda metropolitana "non ho latte, devo passare al latte artificiale", ha constatato che è come avevamo detto al corso preparto: più ciuccia, più hai latte.
Basta mettersi un po' di impegno e arrivi ad allattare fino l'anno.
Se proprio si è KO, si può adottare la tecnica delle 36 ore: passi un giorno e mezzo in camera da letto, con il bebè, lasci stare le pulizie, le visite, le passeggiate, la spesa, la lavatrice, preparare pranzi/cene... Riposi, mangi, bevi e allatti. E poi, latte in abbondanza!

Tra un mese e mezzo...

... torno in ufficio.

domenica 7 giugno 2009

sabato 6 giugno 2009

Materassi & co

A Trieste spesso telefonavano quelli che mi proponevano l'acquisto di materassi, riviste, piani telefonici, mobili, ecc.
Mi rompevano talmente tanto che, ogni volta che suonava il telefono, facevo partire la segreteria.
Dal notaio sto un casino al telefono e anche lì la percentuale di rompiballe è elevata.
In questo periodo ci sono le chiamate per la vendita della casa e nonostante nell'annuncio ci sia scritto "no agenzie grazie", quelli continuano a chiamare.
Quindi quando sto a casa, quasi mai rispondo al telefono: perché ho un messaggio carino in segreteria (non vi mettete a chiamare di notte per sentirlo) e perché voglio un po' di tranquillità.
Poi da quando è nata Cristofora tra un cambio pannolino, una poppata, un bagnetto o altro, mi è quasi impossibile arrivare al telefono in tempo per rispondere.
Però ogni tanto rispondo.
E così scopro che è Marco Luca (alternativamente dice di essere Marco o Luca), il maniaco che telefona a casa mia per molestare la sorella di Lucrezio.
Ma lei qui non c'è. No. Il suo numero non te lo dò. No.
Non mi rompe tanto il fatto che telefona, ma che lo devo gestire io.
Erano meglio i venditori di materassi...

venerdì 5 giugno 2009

Chuck

Sta per partire in TV anche la prima serie di Chuck. Carina.
Quale nerd non sognerebbe di essere circondato da belle ragazze, diventare importante e avere una vita interessante, il tutto senza far fatica?

giovedì 4 giugno 2009

Eli Stone

Sta per partire la prima serie in TV. Telefilm da compagnia ma divertente.
Finalmente una serie buonista dove ogni tanto vincono i cattivi, non troppo religioso, autoironico e soprattutto con George Michael.

mercoledì 3 giugno 2009

Cellule staminali da cordone ombelicale



Non l'ho potuto donare perchè l'ospedale dove ho partorito si è attivato solo due settimane dopo la nascita di Cristofora...

martedì 2 giugno 2009

Figli naturali

Ero convinta che un figlio naturale (nato fuori dal matrimonio) e il figlio legittimo (nato da un matrimonio) avessero gli stessi diritti. Invece scopro che non è così.

Il figlio naturale ha gli stessi diritti successori per quanto riguarda la quota ereditaria rispetto ai fratellastri legittimi, ma non sui beni, che possono essere liquidati in denaro per il valore corrispondente.

Poi, non acquisendo legami ufficiali di parentela con gli zii e i cugini, i figli naturali ereditano solo da genitori, nonni, bisnonni. I figli legittimi invece fino il sesto grado di parentela.

Insomma, legalmente siete tutti zii di Cristofora come lo sono i miei fratelli e le sorelle di Lucrezio...

lunedì 1 giugno 2009

Il biologico

Ora che Cristofora inizia lo svezzamento, abbiamo deciso di comprare tutto biologico, almeno fino all'anno di età.
E... sorpresa... la verdura è molto più saporita!

PS: Vado allo stesso biologico di LaZia, la verdura del macrobiotico lo devo ancora provare.