giovedì 11 aprile 2013

Giardino dell'Istituto Giapponese di Cultura

Giardino realizzato dall'architetto Ken Nakajima, con laghetto, cascata, piccole isole, lampada di pietra, sentieri in ghiaia.
Piante: ciliegio, glicine, iris, pini nani, ulivi.
Apertura in primavera e autunno, ingresso gratuito, come tutte le manifestazioni che si svolgono all'istituto.
La visita dura mezz'ora ed è guidata. Non portate passeggini.

martedì 9 aprile 2013

Massime

Ogni uomo è libero di scegliere. Ma è sua moglie, che decide.
Ratman

venerdì 5 aprile 2013

Bam Bam Ristosauro

Vicinissimo all'uscita del GRA Castel Giubileo, per accedervi bisogna percorrere una stradina privata con un ironico cartello di limite di velocità a 30 km/h, ma a causa delle buche è impossibile andarci a più di 6 km/h. Non pioveva da 24 ore, ma il parcheggio era pieno di pozzanghere ed era impraticabile con un passeggino.
Il nome del ristorante ricorda i dinosauri, ma né all'esterno né all'interno ce n'è traccia, solo rocce di polistirolo, stoffe similpelle appese alle pareti, sedie leopardate.
Suggerisco "RistoCAVERNA".
Il ristorante è diviso in due zone: una accanto all'area gioco bimbi e una con solo tavoli.
La seconda è tranquilla, ma è indicata per le famiglie con figli grandi che non devono accedere all'altra sala per giocare.
La sala con l'area gioco è surriscaldata, affollata e confusionaria.
L'area gioco è una stanzetta con piastrelle a terra coperte da un telo verde, due tunnel Busa dell'Ikea (che per mancanza di pulizia da verdi sono diventati grigi), due sgabelli, un tappetino Ikea, un hula hoop, alcuni pezzi per le costruzioni, uno scatolone vuoto (?). Dovrebbero accederci solo i bambini da 2 a 6 anni, ma non c'è nessun animatore a controllare, quindi può entrare chiunque (anche con le scarpe). I genitori dovrebbero sorvegliare i propri figli, ma vista la forma della stanzetta, solo 3/4 genitori si possono affacciare dalla porta.
Per ordinare abbiamo aspettato 45 minuti, ma poi le pizze sono arrivate subito. 
Cibo: pizze e patatine buone, dolci discreti, prezzi nella media.
Non ci torneremo più, anche dopo aver visto la cameriera che raccoglieva da terra il pane che le era caduto dal cestino, lo rimetteva nel cestino e lo portava al tavolo accanto il nostro.