giovedì 27 giugno 2013

Il tempo passa...

... e Cristofora si fa grande e riesco a farmi una doccia da mezz'ora senza essere interrotta.
E Lucrezio entra nella mezz'età e si compra un supertelefonino con un miliardo di funzioni che non userà mai.

martedì 11 giugno 2013

E qualcuno mi dica se non ho ragione

Lucrezio attira i gay.

domenica 9 giugno 2013

I finali delle serie TV (occhio agli spoiler)

Molto dipende dalla puntata finale. La serie può essere innovativa, coinvolgente, appassionante, ma se il finale fà schifo, la sensazione che mi resta è un grosso "mah".

Lost e Dr. House m'avevano preso tanto, ma i finali facevano cagare, hanno perso tantissimo.
Sex & the city m'ha fatto sentire tra amiche.
Nip/Tuck m'ha fatto capire che ottenere quello che desideri non sempre ti rende felice.

La miglior ultima puntata è sicuramente quella di Six feet under. Il video finale è spettacolare.

Poi ci sono le serie che secondo me non dovevano avere nuove stagioni, dovevano finire prima.
Vedi Californication che doveva finire con la quinta serie: un finale che quadra il cerchio, la felicità non può esistere.
O Dexter, si lo so, sono passati tre anni, ma continuo a restare mentalmente ferma alla quarta serie: ora che faccio?

sabato 8 giugno 2013

Miracolo: siamo riusciti a vedere un po' di film!

Cristofora ultimamente crolla alle 21.30 e dorme dieci ore continue (DIECI!!!).
E così, più riposati, riusciamo a fare come i vecchi tempi: serie TV e film, oltre al sesso senza l'ansia di sentire il tiptap di piedini in stanza.
Quindi posso consigliare qualche film.
Taken: c'è stato un periodo che sognavo di perdermi Cristofora, ma l'ansia non stava nel sentirmi sola ma nel come la potevo ritrovare, il film spiega come funziona il mio cervello quando sogno,
Il lato positivo: siamo tutti pazzi,
The sessions: commovente (in Olanda i servizi dell'assistente sessuale vengono rimborsati ).

venerdì 7 giugno 2013

Facebook e città diverse

Dopo aver parlato male di FB per anni, alla fine mi sono messa ad usarlo pure io, anche se continuo a scrivere qui.
Tutta colpa di Candy Crush che mi dà una vita ogni mezz'ora e quindi, tra una giocata e l'altra, devo leggere un po'.

Mi faccio un paio di risate con i post del mio spacciatore preferito, che ringrazio:
E leggo la cronaca di Trieste che, tramite I love TS, sembra il paese delle meraviglie di Alice: multe per sigarette gettate a terra, multe ai venditori abusivi al concerto dei Green Day, ma anche il portone imbrattato o il parco giochi danneggiato sembrano sia le uniche notizie negative della città.

Ma soprattutto confronto i post di due gruppi: gli ex compagni di classe di Trieste e le mamme dei bimbi in classe con Cristofora.
I primi pubblicano foto, notizie, fatti loro, immagini divertenti, scambiano informazioni. Le altre sono sempre incazzate e hanno una percentuale di vaffanculo nei post del 95%.
Deduco, tramite FB, che la vita a Trieste è molto più rilassante rispetto a quella di qui.